Ora che sono nato è il terzo e ultimo romanzo del trentacinquenne Maurizio Fiorino, fotografo che ha realizzato mostre nelle più importanti gallerie romane e newyorkesi e come scrittore ha esordito con Amodio, seguito da Fondo Gesù, due interessanti romanzi incentrati entrambi sulla “gioventù bruciata” della sua terra d’origine, Crotone, e pervasi di “pasoliniana ferocia” Col terzo lavoro Fiorino si addentra tra i cocci insanabili di una “famiglia altamente diseducante”. Pur non essendo un memoir la storia ha molto di autobiografico: “ho deciso di mostrare tutte le mie cicatrici” ha dichiarato l’autore in un’intervista. Trattandosi di materiale che si addentra nella carne viva del personale percorso umano dell’artista, rispetto ai lavori precedenti il suo sguardo si fa più pacato. Non c’è nessun odio, nessuno spirito revanchista o vendicativo, solo l’urgenza di esprimere tutto il non detto, di mostrarlo senza reticenze a se stesso e agli altri, in una dolce/amara catarsi liberatoria.

Leggi tutto