Pagina 2 di 3

ALLE CINQUE TERRE IN TRENO, RACCONTO DI AURORA NATALE


Sole acceso a Manarola”, tecnica mista su carta, cm. 21 x 10, 1994

    Dalla prima all’ultima di queste mie stupende Cinque Terre, si va in ferrovia attraverso un emozionante percorso di imprevedibili opposti. La linea che collega tra loro le cinque perle del mio golfo è la più strana e incredibile che  possa immaginare chi è abituato a tante altre ferrovie: così normali e simili tra loro, a volte noiose, monotone e quasi tutte grigie. Un’altalena di sensazioni contrastanti e di impressioni colorate accoglie invece, specialmente in estate, i turisti che vi si avventurano per visitare il “ Golfo dei poeti ” o chi percorre di passaggio questo stupefacente pezzetto di Liguria. E la memoria dell’infanzia mi riporta alla mente, avventuroso e nitido, quel breve viaggio, come fosse ora …

Leggi tutto

NEW WORLD ORDER DI ALESSANDRO SIANI: UN’AVVINCENTE RILETTURA DELLA REALTA’ IN CHIAVE DISTOPICO/COMPLOTTISTA

NEW WORLD ORDER, A K Edizioni, è il secondo romanzo di un giovane autore di talento, Alessandro Siani, trentenne psicopedagogista milanese che già con il precedente lavoro,Julia & Alek – I misteri di GreenKitch, uscito nel 2011, aveva evidenziato verve creativa e capacità affabulatoria, qui stilisticamente affinate e messe al servizio di un ben costruito puzzle fantapolitico.

Leggi tutto

ORE D’AMORE DI ROSARIO LISMA AL FILODRAMMATICI

Ore d’amore – in scena al Filodrammatici dal 28 maggio al 2 giugno, drammaturgia Rosario Lisma, regia e interpretazione Nicola Stravalaci e Debora Zuin, produzione Animanera, gruppo milanese dedito a un intenso percorso di ricerca artistica – analizza la disgregazione di una coppia ordinaria straordinariamente scoppiata, tra confessioni estorte per sfinimento e accuse reciproche, cinismo e orgoglio ferito. Ironica e intelligente, a tratti esilarante a tratti profondamente malinconica, la pièce è un intenso viaggio alle radici di una ferita aperta: quella di una comunione spirituale e affettiva che forse c’è stata ma di cui ormai restano solo sparsi frammenti formato flash.

Leggi tutto

“LA VIOLENZA DI GENERE HA I GIORNI CONTATI”: LA KERMESSE SULLA LIBERTA’ FEMMINILE ORGANIZZATA DALLA CASA DI ACCOGLIENZA DELLE DONNE MALTRATTATE di MILANO


Giovedì 23 maggio si è chiusa la kermesse di tre giorni organizzata a Milano dal CADMI, la Casa di accoglienza delle donne maltrattate, nella bella cornice del Base di via Bergognone (tra ragazzi che leggono studiano e chiacchierano, libri ed esposizioni artistiche varie, quale insieme potrebbe mettere più allegria?),dal titolo “La violenza di genere ha i giorni contati”, e dal sottotitolo, ancora più significativo: “potremmo parlare di vittime Ma parliamo di donne”. Dunque non un approccio vittimista e autoreferenziale ma costruttivo, ottimista e aperto alla rete sociale, con sguardi sulla libertà come antidoto alla violenza ogni giorno diversi: libertà economica, nella comunicazione e infine come metodo. Io ho potuto assistere solo ad alcuni dei tanti interessantissimi incontri previsti dal ricco calendario, (per una più esaustiva riflessione sui quali rimando all’articolo di Cultweek a firma di Roberta Virduzzo) ma quei pochi mi hanno ripagata ampiamente del viaggio affrontato per raggiungere Base.

Leggi tutto

LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE DI ROBERTA MARASCO: UNA DONNA IN CERCA DI SÉ, GUIDATA DAL TÈ E DALL’AMORE

Le regole del tè e dell’amore, pubblicato da Tre60, è il primo romanzo scritto senza pseudonimo da Roberta Marasco, scrittrice (il suo ultimo romanzo è Lezioni di disegno) ma anche traduttrice nonché ideatrice di un interessante quanto originale blog, rosapercaso-il blog femminista che parla d’amore, di cui lei stessa in un’intervista ha detto:

Leggi tutto

“TEMPO CURVO A KREMS” DI CLAUDIO MAGRIS: UNO STRAORDINARIO PUZZLE DI RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI TEMPO


Tempo curvo e Krems”, recentemente pubblicato da Garzanti, è l’ultimo libro di Claudio Magris, reduce dai festeggiamenti dei suoi straordinariamente briosi e “giovani” ottant’anni. Si tratta di una raccolta di racconti in cui piccoli avvenimenti della vita dei protagonisti offrono all’autore l’occasione di riflettere intorno al concetto di tempo, con l’acume, la profondità filosofica e il poetico nitore che contraddistinguono la sua scrittura. Un tempo che ciascuno ha il proprio modo di vivere e di adeguare a se stesso, compatibilmente coi limiti che la vita gli impone.

Leggi tutto

GIADA DEL MARE

La vita che prende piano forma attraverso le pagine...

Giada delle nuvole, Giada in autunno vestita coi colori della primavera. Giada che ama più i libri degli uomini, dicono i colleghi  ridendo. E non sanno che gli uomini dei libri non umiliano mai, non  insultano non comandano non gridano. La vita che prende piano forma attraverso le pagine, il suo incedere leggero sotto  gli occhi e le dita. E, d’improvviso, l’anima finestra aperta sul mondo. Quanti voli attraverso i cieli di primavera, malgrado il gelo dell’inverno … radiosi e strani, vite solitarie che a un tratto s’incontrano per riempire di sé l’una il tempo dell’altra.

Leggi tutto

IL MOVIMENTO DEI SOGNI: L’INCREDIBILE RITORNO ALLA VITA DI ELEONORA CALESINI DOPO 42 ORE SOTTO LE MACERIE

Il movimento dei sogni, edito da Fandango Libri e scritto da Eleonora Calesini/Debora Grossi, è una storia vera che ci racconta del difficile ma inarrestabile percorso di riapertura alla vita da parte di chi ha subito un trauma. Si tratta infatti di un romanzo autobiografico, che racconta la vicenda umana di Eleonora, ultima sopravvissuta al terribile terremoto che nel 2009 sconvolse l’Aquila.

Leggi tutto

L’IMPORTANZA DI COMMEMORARE IL 25 APRILE E IL CONTRIBUTO FEMMINILE ALLA LIBERAZIONE

Oggi, 25 aprile, si commemora la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, stabilita come festa istituzionale su proposta di Alcide De Gasperi, allora Capo del Governo provvisorio, poi sancita in modo definitivo nel 1949. Personalmente mi sento cittadina del mondo e non sono particolarmente sensibile nei confronti di feste e ricorrenze varie. Ma oggi mi sembra giusto che ognuno, a modo suo, faccia sentire la propria voce, ricordando a se stesso e agli altri che c’è, che sa e non ha dimenticato. Perché solo in questo modo è possibile evitare che gli orrori della Storia si ripetano.

Leggi tutto

ORA CHE SONO NATO DI MAURIZIO FIORINO: LA TRAGICOMICA STORIA DI EMANCIPAZIONE DA UNA FAMIGLIA DISFUNZIONALE



Ora che sono nato è il terzo e ultimo romanzo del trentacinquenne Maurizio Fiorino, fotografo che ha realizzato mostre nelle più importanti gallerie romane e newyorkesi e come scrittore ha esordito con Amodio, seguito da Fondo Gesù, due interessanti romanzi incentrati entrambi sulla “gioventù bruciata” della sua terra d’origine, Crotone, e pervasi di “pasoliniana ferocia” Col terzo lavoro Fiorino si addentra tra i cocci insanabili di una “famiglia altamente diseducante”. Pur non essendo un memoir la storia ha molto di autobiografico: “ho deciso di mostrare tutte le mie cicatrici” ha dichiarato l’autore in un’intervista. Trattandosi di materiale che si addentra nella carne viva del personale percorso umano dell’artista, rispetto ai lavori precedenti il suo sguardo si fa più pacato. Non c’è nessun odio, nessuno spirito revanchista o vendicativo, solo l’urgenza di esprimere tutto il non detto, di mostrarlo senza reticenze a se stesso e agli altri, in una dolce/amara catarsi liberatoria.

Leggi tutto

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén