Categoria: LIBRI Pagina 2 di 3

LONTANO DA CASA: IL CORAGGIO DELLA LIBERTA’ DELLA DISSIDENTE TURCA PINAR SELEK

Lontano da casa, edito da Fandango libri, traduzione di Manuela Maddamma e Viviana Tomassetti, racconta il percorso umano della sociologa femminista e antimilitarista, nonché infaticabile attivista per i  diritti delle minoranze, Pınar Selek, una delle figure più rappresentative della Turchia.

Leggi tutto

LIBRI PER LE VACANZE

Qualche consiglio per libri da leggere in riva al mare, o tra un sentiero di montagna e l’altro, o la sera prima di addormentarsi, dopo belle quanto sfiancanti visite in qualche città d’arte, ecc ecce cc.

Leggi tutto

LA DONNA CHE VEDI: L’ULTIMO, INTENSO ROMANZO DI GIOVANNI PANNACCI

La donna che vedi, edizioni Fernandel, è l’ultimo romanzo di Giovanni Pannacci. Trascinante parabola sugli ostacoli che è spesso necessario superare per arrivare a essere davvero noi stessi, anche davanti agli altri, La donna che vedi è un’opera sospesa tra thriller mistery, romanzo psicologico e di formazione. L’ enigmatica protagonista – l’affascinante dott.ssa Myriam Labate, i cui più oscuri segreti vengono alla luce solo alla fine del romanzo – è al centro di una storia nella quale s’intrecciano personalità multiple e insospettabili identità, il cui progressivo disvelamento alimenta un crescendo di tensione che tiene chi legge incollato alle pagine.

Leggi tutto

MEMORIE DI UNA DONNA MEDICO : L’EMOZIONANTE AUTOBIOGRAFIA DI NAWAL AL-SA‘DAWI, LA PASIONARIA DEL FEMMINISMO ARABO

Memorie di una donna medico, Fandango libri editore, traduttore Stefania Dell’Anna, è un bellissimo romanzo autobiografico scritto dall’egiziana Nawal al-Sa‘dawi, che racconta i tratti salienti della propria vita, dall’infanzia sino alla giovinezza. Autrice di racconti, romanzi e lavori teatrali, ma anche psichiatra e celebre “pasionaria” della lotta per l’emancipazione delle donne, Nawal al-Sa‘dawi è una figura centrale per la letteratura egiziana e per il femminismo, inteso nella sua più ampia accezione “intersezionale“. Non a caso Nawal al-Sa‘dawi, insignita di molti premi prestigiosi e svariate lauree honoris causa, oltre ad avere fondato e presiedere l’Arab Women’s Solidarity Association, ha  cofondato l’Arab Association for Human Rights.
Pubblicato nel 1958 e tradotto in America alla fine degli anni Ottanta, Memorie di una donna medico costituisce una pietra miliare del femminismo arabo.

Leggi tutto

ALLE CINQUE TERRE IN TRENO, RACCONTO DI AURORA NATALE


Sole acceso a Manarola”, tecnica mista su carta, cm. 21 x 10, 1994

    Dalla prima all’ultima di queste mie stupende Cinque Terre, si va in ferrovia attraverso un emozionante percorso di imprevedibili opposti. La linea che collega tra loro le cinque perle del mio golfo è la più strana e incredibile che  possa immaginare chi è abituato a tante altre ferrovie: così normali e simili tra loro, a volte noiose, monotone e quasi tutte grigie. Un’altalena di sensazioni contrastanti e di impressioni colorate accoglie invece, specialmente in estate, i turisti che vi si avventurano per visitare il “ Golfo dei poeti ” o chi percorre di passaggio questo stupefacente pezzetto di Liguria. E la memoria dell’infanzia mi riporta alla mente, avventuroso e nitido, quel breve viaggio, come fosse ora …

Leggi tutto

NEW WORLD ORDER DI ALESSANDRO SIANI: UN’AVVINCENTE RILETTURA DELLA REALTA’ IN CHIAVE DISTOPICO/COMPLOTTISTA

NEW WORLD ORDER, A K Edizioni, è il secondo romanzo di un giovane autore di talento, Alessandro Siani, trentenne psicopedagogista milanese che già con il precedente lavoro,Julia & Alek – I misteri di GreenKitch, uscito nel 2011, aveva evidenziato verve creativa e capacità affabulatoria, qui stilisticamente affinate e messe al servizio di un ben costruito puzzle fantapolitico.

Leggi tutto

LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE DI ROBERTA MARASCO: UNA DONNA IN CERCA DI SÉ, GUIDATA DAL TÈ E DALL’AMORE

Le regole del tè e dell’amore, pubblicato da Tre60, è il primo romanzo scritto senza pseudonimo da Roberta Marasco, scrittrice (il suo ultimo romanzo è Lezioni di disegno) ma anche traduttrice nonché ideatrice di un interessante quanto originale blog, rosapercaso-il blog femminista che parla d’amore, di cui lei stessa in un’intervista ha detto:

Leggi tutto

“TEMPO CURVO A KREMS” DI CLAUDIO MAGRIS: UNO STRAORDINARIO PUZZLE DI RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI TEMPO


Tempo curvo e Krems”, recentemente pubblicato da Garzanti, è l’ultimo libro di Claudio Magris, reduce dai festeggiamenti dei suoi straordinariamente briosi e “giovani” ottant’anni. Si tratta di una raccolta di racconti in cui piccoli avvenimenti della vita dei protagonisti offrono all’autore l’occasione di riflettere intorno al concetto di tempo, con l’acume, la profondità filosofica e il poetico nitore che contraddistinguono la sua scrittura. Un tempo che ciascuno ha il proprio modo di vivere e di adeguare a se stesso, compatibilmente coi limiti che la vita gli impone.

Leggi tutto

IL MOVIMENTO DEI SOGNI: L’INCREDIBILE RITORNO ALLA VITA DI ELEONORA CALESINI DOPO 42 ORE SOTTO LE MACERIE

Il movimento dei sogni, edito da Fandango Libri e scritto da Eleonora Calesini/Debora Grossi, è una storia vera che ci racconta del difficile ma inarrestabile percorso di riapertura alla vita da parte di chi ha subito un trauma. Si tratta infatti di un romanzo autobiografico, che racconta la vicenda umana di Eleonora, ultima sopravvissuta al terribile terremoto che nel 2009 sconvolse l’Aquila.

Leggi tutto

ORA CHE SONO NATO DI MAURIZIO FIORINO: LA TRAGICOMICA STORIA DI EMANCIPAZIONE DA UNA FAMIGLIA DISFUNZIONALE



Ora che sono nato è il terzo e ultimo romanzo del trentacinquenne Maurizio Fiorino, fotografo che ha realizzato mostre nelle più importanti gallerie romane e newyorkesi e come scrittore ha esordito con Amodio, seguito da Fondo Gesù, due interessanti romanzi incentrati entrambi sulla “gioventù bruciata” della sua terra d’origine, Crotone, e pervasi di “pasoliniana ferocia” Col terzo lavoro Fiorino si addentra tra i cocci insanabili di una “famiglia altamente diseducante”. Pur non essendo un memoir la storia ha molto di autobiografico: “ho deciso di mostrare tutte le mie cicatrici” ha dichiarato l’autore in un’intervista. Trattandosi di materiale che si addentra nella carne viva del personale percorso umano dell’artista, rispetto ai lavori precedenti il suo sguardo si fa più pacato. Non c’è nessun odio, nessuno spirito revanchista o vendicativo, solo l’urgenza di esprimere tutto il non detto, di mostrarlo senza reticenze a se stesso e agli altri, in una dolce/amara catarsi liberatoria.

Leggi tutto

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén